Mummie vs Rovinassi

Mummie vs Rovinassi

Venerdì 7, vigilia dell’Immacolata, sui campi di Favaro si è giocata la CHRISTMAS CUP fra le Mummie e i Rovinassi. Le due compagini si sono scambiate generose, ma sempre corrette, sportellate. Due tempi di trenta minuti l’uno regolati da un arbitro equilibrato e salomonico. Orgoglio e battaglia.

Sportellate e birra sotto l’albero

È il battesimo del fuoco per Spuma, un raro e preziosissimo astemio (lo affittiamo come autista a prezzi modici alle altre squadre per il rientro dopo il terzo tempo) e, in definitiva, per Mazinga (se si escludono 5 minuti di una partita precedente). I due novizi si dimostrano all’altezza delle attese rovinasse e si battono valorosamente. Ciò nondimeno, siamo contati…

Il primo tempo rimaniamo schiacciati per dieci minuti nella nostra metà campo, poi reagiamo e andiamo di là, risalendo la china del possesso palla e del guadagno territoriale. Ci manca, tuttavia, il cinismo e non finalizziamo come potremmo la mole di gioco prodotto. Il secondo tempo ci trova logorati e soffriamo la mancanza di ossigeno e cambi. Le Mummie, invece, almeno così pare alle sfiatate rovine, accelerano il ritmo. Finisce tre a uno per i rugbisti bendati e a loro rimane la coppa.

Bello il terzo tempo, abbondante di chiacchiere, buon cibo e birra. Le tre parole che suggellano l’incontro sono: divertimento, rispetto, amicizia. Tutto all’insegna del rugby.

Un brindisi al terzo tempo tra Mummie e Rovinassi